La Freya è a 700 miglia dalle Azzorre, Omero vuole la guardia sempre desta e pronta

L’equipaggio comincia a risentire della stanchezza e del freddo, di notte faccio delle sortite fuori e spesso trovo la guardia sdraiata in pozzetto, immagina la sfuriata.
Ieri sera ci hanno attraversato la rotta quattro navi, il rischio di collisione è forte e mentre si naviga di notte ritengo indispensabile che oltre al timoniere ci sia un membro dell’equipaggio sveglio ed attento. Sono costretto a trasmettere queste regole in modo brusco, infatti per chi non è abituato a navigare pare che non sia semplice comprendere appieno il pericolo che rappresenta un avvistamento tardivo. Lo scorso anno è capitato un inconveniente di cui non si è parlato, perchè quando tutto va bene non si fa notizia. E non ho proprio voglia di fare notizia. Voglio continuare a navigare e non diventare famoso sui giornali. Continuo pertanto a sbucare dal tambuccio in mezzo alla notte e pretendere che i turni di guardia siano tali, non si deve assolutamente sonnecchiare in pozzetto.
Oggi abbiamo un po di maretta, la notte scorsa è stata dura dormire a bordo della Freya che sembra un frullatore. L’equipaggio sente il mare, mancano 700 miglia, a questa velocità, cioè 7 nodi, mancano 100 ore alle Azzorre. La traversata è andata molto bene fino ad ora, i prossimi giorni saranno un po’ più impegnativi.

Ieri sera anche noi abbiamo fatto Pasqua con cosciotto di agnello al forno con patate e scalogno (ricetta solita ma sempre molto gradita). Per fare una cena tranquilla abbiamo poggiato, ci siamo messi il vento e il mare in poppa cosi abbiamo cenato trnquilli.
Buon vento dalla Freya!
Omero, 13 aprile 2009 dall’Oceano.

3 commenti
  1. Cesare
    Cesare dice:

    Ciao. Auguri per la pasqua anche se un po’ in ritardo. Anche in sardegna nonostante non fossimo in navigazione abbiamo preso un sacco d’acqua.Comunque vi raggiungo a Ponta delgada il 23 p.v. per il tratto azzorre – malaga .
    Saluti
    Cesare

  2. silvia
    silvia dice:

    …..quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!
    certo da casa è facile dare consigli, però un incoraggiamento ci vuole: coraggio ragazzi, bisogna stringere i denti e tenere gli occhi bene aperti! Un bacio speciale a maurizio.

  3. Marco 45
    Marco 45 dice:

    Forza Omero!!Pensa a quando sbarcherai alle azzorre e andrai a bere un bicchierino in quel pub
    del quale mi hai raccontato
    Marco.

I commenti sono chiusi.